Lasciate ogni speranza o voi che entrate

Bochesmalas

lunedì 21 gennaio 2019

Forza Scott



Stamane in quel di Bologna Scott Bamforth si è sottoposto all'intervento per la ricostruzione del legamento crociato del ginocchio sinistro. Secondo la nota della società l'intervento pare sia andato bene e ora non resta altro da fare che attendere il recupero della stella della Dinamo Sassari.
Comunque, in attesa del ritorno del guerriero Scott "Bam Bam" Bamforth, la Dinamo-Banco di Sardegna, dopo la commovente ovazione del pubblico per lo sfortunato atleta, è riuscita ad avere la meglio anche sull'eterna rivale Reggio Emilia vincendo 82 a 71 e conquistando la quinta vittoria consecutiva in campionato (che diventano 6 considerando anche la EuropeCup). Ieri hanno esordito anche i due nuovi acquisti, Tyrus McGee e Justin Carter, suscitando un'ottima impressione nonostante fossero arrivati da soli due giorni a Sassari. Il sostituto di Scott Bamforth (McGee) si è presentato subito con due triple consecutive e una buona visione di gioco; il sostituto di Petteway (Carter) ci ha messo un po' di più per entrare in ritmo ma poi è stato in grado di regalare alcune eccellenti giocate, su tutte la splendida schiacciata in contropiede nell'ultimo quarto.
Nel mezzogiorno di fuoco del PalaSerradimigni oltre ai due nuovi innesti hanno brillato i soliti stupefacenti Jamie Smith e Jack Cooley ma anche un concretissimo Gentile autore di 12 punti con il 100% da Due. Ora la Dinamo è quinta con 18 punti (seppur in buona compagnia) e staziona stabilmente (+4 dalla nona) tra le prime otto. Quando i nuovi innesti entreranno completamente in sintonia con l'orchestra di Vincenzo Esposito si potrebbero vedere delle gran belle cose. Intanto si dovrebbe recuperare a breve l'acciaccato Pierre in vista dell'incontro di mercoledì' prossimo, 23 gennaio, di Fiba EuropeCup contro gli olandesi del Donar Groningen. Una vittoria in questo match garantirebbe agli uomini di Esposito la qualificazione matematica tra le prime 16 della competizione.
In attesa del ritorno di Bamforth...

Forza Scott!!!!









mercoledì 16 gennaio 2019

Antblog compie otto anni


Oggi, 16 gennaio 2019, questa specie di blog compie 8 anni; praticamente un dinosauro se si calcola il tempo trascorso in base ai ritmi del mondo digitale. 
Mentre fioccano gli auguri da parte di signor Blogspot e tutta la famiglia di Blogger con in testa mamma Google, io non mi sento di festeggiare alcunché. Prima di tutto perché queste pagine sono invecchiate troppo e male e, soprattutto, hanno perso lo smalto di una volta, ammesso che ce lo abbiano mai avuto.
Comunque, con o senza smalto, con o senza un perché, siamo ancora qui a sfracellare i testicoli dei lettori di tutto il mondo. Ho pensato di calare la saracinesca definitivamente in tante occasioni nel corso di questi anni e, forse, sono ancora qui solo perché non ricordo dove ho messo le chiavi per chiudere una volta per tutte questa bottega mangia-tempo.
L'agonia è lenta e il calo dei lettori pure. Vado avanti solo per inerzia, riempiendo pagine bianche che forse avrebbero preferito restare allo stato iniziale. Perché, diciamocela tutta, dopo otto anni di chiacchiere, immagini, stronzate, arte e musica, gli argomenti si esauriscono e si rischia di diventare ripetitivi e noiosi. 
Quindi, dicevo, non c'è un cazzo da festeggiare.

Qui sotto ci sono i numeri di quest'anno e di questi otto anni. Lo so che è un argomento ancora meno interessante delle cazzate ubicate qui sopra, ma la statistica di tutto quello che riguarda il blog è l'unica giustificazione per pubblicare un post senza senso come questo.

I post pubblicati nel 2018 sono stati 136 per un totale di 1.616 sino a oggi. Il loro numero è cresciuto rispetto al recente passato: 112 nel 2017, 124 nel 2016. Tuttavia sono ben poca cosa rispetto ai 250-300 dei primi anni.

VISUALIZZAZIONI TOTALI (rilevate alle ore 12 del 16 gennaio 2019):

2.014.626

Così suddivise:

Primo Anno (2011):     141.175
Secondo Anno (2012): 411.393
Terzo Anno (2013):      227.782
Quarto Anno (2014):    220.348
Quinto Anno (2015):    207.583
Sesto Anno (2016):       278.441
Settimo Anno (2017):   282.256
Ottavo Anno (2018):     241.666


Le prima cinque nazioni per numero di visualizzazioni:

1.Italia     937.792
2.USA     380.324
3.Francia 157.355
4.Russia  143.784
5.UK         53.136


I 5 post più visti tra quelli pubblicati nel 2018:



1.I suoni e l'arte visionaria - 3.842 visite
2.Sounds, visionary art and underground stories - 3.640
3.Il realismo fantastico viennese: Ernst Fuchs - 3.204
4.Screature - Old Hand New Wave - 3.012
5.Vassilis Perros - 2.980


È stato l'anno del ritorno dell'arte tra le preferenze del pubblico con due post dedicati a due singoli artisti nei primi cinque (Ernst Fuchs e Vassilis Perros); due post ispirati dal connubio tra suoni, arte e parole che hanno conquistato i primi posti della classifica e una recensione, quella dell'album "Old Hand New Wave."





I vecchi post che vanno ancora e sono stati visti di più nel corso del 2018:

1.Spore (pubblicato nel 2017)- 4.289 visite nel 2018 per un totale di 8.315
2.L'ultimo post (pubblicato nel 2014) - 3.315 nel 2018 per un totale di 22.985
3.Zuppa di mitocondri (pubblicato nel 2015) - 2.578 nel 2018 per un totale di 10.260 visite.




Il 2018 è stato anche l'anno del record di visualizzazioni mensili:

Marzo 2018 - 68.755 visite

Il record precedente risaliva al mese di Maggio del 2012 con 66.198 visite.



C'è da dire però che nonostante ci sia stato questo picco record l'annata del 2018 (vedi in numeri sopra) non si è minimamene avvicinata a quella del 2012, l'annata dei record. Anzi, il 2018 ha raccolto meno dei due anni precedenti (278.441 nel 2016 e 282.256 nel 2017) con sole 241.666 visite che lo collocano al quarto posto dietro al succitato 2012 (ben 441.393 visite) e ai due predecessori.

Il disco dell'anno del 2018:


IDLES - JOY AS AN ACT OF RESISTANCE


***

















Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...