Lasciate ogni speranza o voi che entrate

Bochesmalas

domenica 16 giugno 2019

Dinamo - Venezia 2-2


Una grande Dinamo riacciuffa il pareggio nella Finale Scudetto 2019. Ora siamo 2-2 e si può iniziare daccapo come se nulla fosse accaduto. La Dinamo-Banco di Sardegna è stata sempre in vantaggio tutta la partita, il ritorno dei veneti sul match c'è stato ma non li ha mai portati troppo vicini al pareggio o all'eventuale sorpasso, c'è sempre stato un discreto margine di sicurezza, anche nell'ultimo quarto. Finisce 95-88 con la Dinamo che ha vinto tutti i quarti a parte l'ultimo, quando i giochi erano praticamente fatti (o quasi). Questi i parziali: 1° quarto 23-16, 2° quarto 28-25, 3° quarto 30-24, ultimo quarto 14-23. La Dinamo ha tirato con il 51,9 %, la Reyer con il 45,6%. La valutazione finale è stata, come sempre, appannaggio dei Giganti: 115-73. I migliori sono stati: Thomas con 19 punti e 8 rimbalzi; l'incontenibile Big Jack Cooley con 18 punti, 9 rimbalzi e 9 falli subiti; Carter e Pierre con 12 punti; McGee 11 punti; Smith 10 punti e 4 assist e Spissu con 9 punti pesantissimi. Ben 6 uomini in doppia cifra e finalmente 95 punti, anche se contro la solita difesa modello muro di Berlino della solita Venezia che, come sempre, non fa giocare e, come sempre, mette in scena la sagra del fallo. Finisce con 36 rimbalzi per Sassari e 32 per Venezia; 34 falli per i veneti (Vidmar e i solito Watt fuori per 5 falli) e solo 23 per i sardi. Comunque ritrovati alla grande Pierre, Thomas, Smith e Cooley, un cenno va fatto per le eccezionali prove di Spissu, McGee, di uno straordinario Carter (forse il vero MVP del match) e un altrettanto eccellente Daniele Magro che in pochi minuti di presenza sul parquet ha fatto cose egregie. Grazie ragazzi.
Per quanto riguarda gli avversari c'è stata la solita ottima prova di Austin Daye con 16 punti e Haynes a quota 22, e poco altro. La Dinamo si è tolta la scimmia di gara 3 e ha vinto meritatamente. Ora la serie è più aperta che mai; si ritorna nel microonde del PalaTaliercio di Mestre per Gara 5, in programma martedì 18 giugno 2019 alle ore 20.45, diretta tv stavolta su RAI 4.

Forza Dinamooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo




Dinamo vs Venezia, Gara 4, Finale Playoff: la guerra non è finita


La guerra non è ancora finita, né tantomeno è da considerarsi persa, anzi, tutt'altro. Anche se Venezia si è portata sul 2-1, espugnando il fortino del PalaSerradimigni, nonostante i 5 guerrieri pronti alla morte sul campo e i 5000 tutt'intorno ad accerchiare il nemico. Il doge De Raffaele ha guidato i suoi gondolieri fin dentro il cuore di Sassari; hanno vinto una battaglia, ma la guerra è ancora lunga ed è assolutamente aperta. C'è tempo e spazio per ricacciare indietro il nemico. Al PalaSerradimigni si stanno già affilando le armi: la fanteria è già pronta (palazzetto sold out), la cavalleria deve solo scrollarsi di dosso le tossine e i grumi di sangue rappreso del precedente scontro. Per il resto è tutto già pronto. La Dinamo-Banco di Sardegna sarà anche composta da baldi giovanotti che non hanno troppa confidenza con una Finale Scudetto, ma sono forti, orgogliosi e carichi. Non mollano mai e ancora di più non molleranno stasera. Il pareggio 2-2 è l'obiettivo minimo di una Gara 4, ma anche se non dovesse andare così, non tutto sarebbe perduto: ci sarebbe ancora una Gara 5 nel forno veneziano per riaprire la serie.
Ma siamo un po' tutti ottimisti: c'è la spinta del maestrale che soffia all'unisono da tutta la Sardegna. È vero che la Reyer ha dominato Gara 3, ma è altrettanto vero che una Dinamo un po' pasticciona e tesa è riuscita comunque a riacciuffare il match nell'ultimo quarto. Poi, certo, la prima sconfitta dopo 22 gare vinte, quella fatidica Gara 1 della Finale, un po' ha tolto in qualche modo la sensazione di essere invincibili e, contemporaneamente, ha caricato di aspettative e responsabilità, nonché un po' di timore, la banda del Poz. Però in Gara 2 c'è stata la reazione ed è stata impressionante. Ora in occasione di Gara 4 ci sarà nuovamente una prova di carattere e orgoglio, ne sono sicuro. Il forte di Sassari ha mura solide e armi cariche per respingere il nemico ancora una volta.

AJO' DINAMO!!!!!!

FINALE PLAYOFF 2019, GARA 4 DINAMO vs VENEZIA - Domenica 16 giugno 2019 - ore 20.45
PalaSerradimigni, Sassari - Diretta tv Rai Sport HD - Eurosport 2 - Eurosport Player


sabato 15 giugno 2019

Finals Playoff, Gara 3: Dinamo - Venezia 1-2


La Dinamo-Banco di Sardegna perde Gara 3 della Finale Scudetto. La partita si chiude 73-76 in un finale concitato dove la squadra del Poz riprende uno svantaggio consistente, in doppia cifra, e si porta 71-71, rischia di vincerla, poi un Austin Daye imprendibile da 22 punti mette fine alla partita. A dire il vero la Dinamo era già riuscita in una prima grande rimonta portandosi 64-64 a metà dell'ultimo quarto. Ci sono state queste due feroci fiammate che hanno portato a riprendere gli avversari per ben due volte, ma non c'è stato nulla da fare. L'ultimo Quarto, del resto, è stato l'unico vinto dalla Dinamo (27-17) ma forse era troppo tardi. Comunque la Reyer, a parte questi due entusiasmanti acuti dei Giganti, ha meritato la vittoria, ha giocato meglio ed è stata sempre in vantaggio, bisogna essere onesti; onore ai vincitori. 
Alla fine, per la prima volta, hanno avuto la meglio sui rimbalzi (39 per la Dinamo e 40 per i veneti) e anche sui tiri dentro l'area: 14/39 per i biancoblù, ben 17/36 per gli oro-granata. È andata un po' meglio con i liberi: 87% per Sassari, 67% per gli altri. Ma la differenza più grande si è vista nei tiri dai 6,75: 6/22 per la Dinamo, e quasi il doppio per Venezia, 12/27. Eppure nonostante tutto ciò anche stavolta la Valutazione dice 86 Sassari, 72 Venezia, ma non significa granché e, soprattutto, non porta a casa nulla. Poco conta poi che Thomas è alla diciannovesima tra di fila in doppia cifra. Venezia ribalta la serie.
Purtroppo la banda del Poz è partita freddina e un po' tesa, ci ha messo troppo per giocare come sa e alla fine, forse, è venuta fuori la partita meno bella dell'era Pozzecco (prime due partite "di assestamento" a parte, ovviamente). Ci sono stati troppi errori dentro l'area e ancora di più da fuori. Di certo, però, il cuore, il carattere e l'orgoglio non sono mancati soprattutto nell'ultimo quarto, ma Venezia non ha rubato nulla.
I migliori del match per quanto riguarda i freddi numeri sono stati Thomas con 17 punti, 3 assist e 6 rimbalzi (ma 0/4 da 3) e Pierre 15 punti e 8 rimbalzi (ma anche lui 0/5 da 3), invece il trio italiano è stato fondamentale nei momenti importanti, molto di più di quanto dicano le cifre: Polonara 10 punti e 5 rimbalzi, Gentile 10 punti, e Marco Spissu nel finale anche se ha concluso con soli 5 punti, 2 rimbalzi e 3 assist. Poi ancora meglio ha fatto il pubblico del PalaSerradimigni con gli applausi e i cori a sconfitta già incassata. Pazienza, sarà per la prossima volta. Non fa niente: è ancora lunga. Grazie ragazzi, grazie lo stesso.

2-1 per Venezia, ci si riprova domenica 16 giugno in occasione di Gara 4. Forza Dinamo!!!!!!!!


venerdì 14 giugno 2019

Finale Scudetto 2019: Gara 3, Dinamo vs. Venezia





Dopo l'esperienza mistica dentro il forno del Taliercio finalmente la serie si sposta in Sardegna, nel palazzetto - decisamente più accogliente - di Sassari. L'attesa è grande, grandissima, la tensione pure e la fame anche. La Finale Playoff 2019 ritorna a casa sul punteggio di 1-1, dopo il mezzo "regalo" di Gara 1 e la riscossa, senza se e senza ma, di Gara 2. Il popolo biancoblù si è messo in moto dalla sera di mercoledì accampandosi nei pressi della biglietteria con sacco a pelo, cena al sacco e bivacchi improvvisati. Una roba che si è vista solo davanti agli Apple Store prima dell'uscita del nuovo modello di iPhone o a un concerto di Vasco Rossi.
I biglietti sono evaporati dopo pochi minuti dall'apertura della biglietteria, sia quelli relativi alla gara di stasera sia quelli per Gara 4. Praticamente sono riusciti a ottenere un tagliando per partecipare all'evento solo i più audaci e coraggiosi che hanno trascorso la notte di fronte al Dinamo Store. Invece anche per quelli che si sono svegliati all'alba non c'è stato niente da fare. Anche chi è corso ancora in ciabatte, pigiama e spazzolino ancora tra i denti, è ritornato a casa con un pugno di mosche in mano. Dopo circa 20 minuti di apertura delle porte è comparso il cartello "sold out" che ha rimandato a casa diverse centinaia di persone deluse, compresi noi (grazie lo stesso Michele!).
La società ha deciso di allestire un Maxischermo in via Pietro Nenni per far assistere allo spettacolo tutti gli esclusi, poco fuori dal fossato che circonda il castello biancoblù. Lo spazio non manca, l'entusiasmo pure.
Dentro al PalaSerradimigni ci saranno comunque 5.000 tifosi pronti a difendere il fortino e a essere il vero sesto uomo in campo, come sempre. I 5.000 eletti hanno tutta la Sardegna dietro (i maxischermi stanno spuntando un po' ovunque, non solo nei centri più grandi) ma non solo, anche buona parte d'Italia si sta scaldando per le imprese del condottiero Pozzecco e il Banco di Sardegna. 
Con la partita di stasera si può riaprire definitivamente la serie con una vittoria, capovolgendo l'inaspettato risultato di lunedì del primo incontro. e proseguendo sulla scia di Gara 2. Di certo Venezia è forte ed è anche particolarmente ostica e indigesta ma, diciamolo pure, la Dinamo-Banco di Sardegna di mr POZ è un'altra cosa, è sicuramente la squadra migliore d'Italia in questo momento (ovvero negli ultimi 3 mesi). Poi, vada come vada, può succedere di tutto, si può vincere o perdere, ma tutto questo, l'entusiasmo e il calore che c'è intorno a questa meraviglia biancoblù è già di per sé una vittoria per tutto lo sport.
Forza Dinamo!

FINALE PLAYOFF 2019, GARA 3 - SASSARI, PALASERRADIMIGNI ore 20.45 - DINAMO - Venezia. Diretta RAI SPORT HD, Eurosport 2, Eurosport Player. Apertura cancelli: ore 19.45










giovedì 13 giugno 2019

Dinamo - Venezia 1-1


Un minimo di giustizia viene reso dal catino bollente del Taliercio, la Dinamo-Banco di Sardegna si prende meritatamente Gara 2. Finisce 66-80 per il Banco, quindi 1-1 e si va in Sardegna per il proseguo della serie. Al PalaSerradimigni sono in programma Gara 3 il 14 Giugno e Gara 4 il 16, c'è già gente in coda, con sacchi a pelo e tende, già da oggi quindi sarà decisamente dura trovare uno straccio di biglietto per uno dei 5.000 posti. Noi abbiamo incaricato il mitico Michele (l'intenditore, nonché il procacciatore ufficiale) per l'arduo compito di portare a casa qualcuno di quei preziosi pezzi di carta per assistere allo spettacolo. Ma qualora non riuscissimo ad avere uno di quei graditissimi tagliandi c'è sempre Rai Sport che sopperirà all'eventuale tentativo fallito.
Intanto la Dinamo si è ripresa la serie con prepotenza, ristabilendo la giusta gerarchia. Perché già Gara 1 è stata quasi un regalo per la Reyer, perdere Gara 2 sarebbe stato oltre che ingiusto anche sportivamente inammissibile. La differenza tra le due formazioni è sotto gli occhi di tutti.
Certo, Venezia è forte, lunga e oltremodo ostica, ma non è assolutamente paragonabile alla banda del Poz. Dicevo, si torna a Sassari, con in saccoccia i 19 punti di un ispiratissimo Jamie Smith, i 16 di un grandissimo Jack Cooley (con 10 rimbalzi e 9 falli subiti), i 14 punti di un eccellente Tyrus McGee, e gli 11 di Thomas, conditi da 6 rimbalzi. A questi bisogna aggiungere uno strepitoso Achille Polonara che al di là dei soli 4 punti a referto ha tirato giù 8 rimbalzi, oltre a innumerevoli stoppate e rubate preziosissime. Ottimo anche l'apporto di Pierre, Spissu, Gentile e un redivivo Daniele Magro.
Anche stavolta la Dinamo surclassa la Reyer per quanto riguarda la valutazione: 89-63, e ai rimbalzi 45-35 e pareggia i conti sui tiri da 3: 7/21 per i sassaresi, 7/34 per i veneti. Ma è su i tiri dentro l'area che costruisce la vittoria: 16/31 per Venezia, 22/44 per Sassari. Stavolta è andata un po' meglio anche nella percentuale dei liberi: 15/21 per la Dinamo (il 71,4%) e 13/19 per la Reyer (68,4%).
Il PalaTaliercio invece si è rivelato ancora una volta uno dei palazzetti più difficili e caldi d'Italia e non mi riferisco alla grande tifoseria locale. È uno dei posti più caldi del pianeta, quasi impossibile assistere a una partita senza ghiaccio e ambulanza al seguito, figuriamoci giocarci dentro. Eppure i Giganti ce l'hanno fatta. Grazie ragazzi! Forza Dinamooooo! Forza Michele!






mercoledì 12 giugno 2019

Finale Playoff 2019, Gara 2: Venezia vs Dinamo, la rivincita...



Ancora una volta in quel di Mestre, la banda del Poz è pronta a scendere in campo per riscattare la prima sconfitta subita in questa Finale Playoff 2019 (e non solo: era da tempo immemore che la Dinamo Sassari non perdeva). E ancora una volta sarà il forno del Taliercio ad accogliere i Giganti già lessati in occasione di Gara 1. Anche se, bisogna dirlo (ecchecazzo!), la Dinamo-Banco di Sardegna, nonostante la sconfitta rimediata in quel microonde, non aveva demeritato, aveva condotto il match per larghi tratti, sino a distaccare di 13 punti gli avversari e poi se l'è giocata sino agli ultimi secondi. Inoltre aveva superato la squadra orogranata sia per quanto riguarda la valutazione (73-67) sia in merito ai rimbalzi (46-34), ma anche nelle altre voci, basta vedere le classifiche dei Leader Statistici di Gara 1 della LBA (http://www.legabasket.it) dove solo poche caselle sparse sono di colore oro-granata in un mare biancoblu (punti, rimbalzi, assist, valutazione). Sono venute meno le triple e forse anche un po' di convinzione, per il resto c'era quasi tutto.
Peccato solo che siano mancati quei due miseri punticini. Comunque in Gara 1 molti degli uomini del Poz non erano affatto sul pezzo, forse a causa dell'emozione di una finale scudetto - per molti la prima - forse per il caldo, la giovane età e l'inesperienza di parecchi di loro, l'effetto serra o il prolungato relax in attesa di questa Finale. In ogni caso, però, la Dinamo aveva preso in mano la partita che le è sfuggita dalle mani sudate solo quando mancavano 4 secondi dalla fine. Ma se è bastata una squadra sottotono (solo 3 giocatori in doppia cifra, solo 70 punti segnati, una roba mai successa dall'avvento del Poz, ma anche da molto prima) per giocarsela fino in fondo e perdere per un solo canestro, la Dinamo se gioca da Dinamo può ribaltare la serie. Di certo Venezia è una squadra ostica che non fa giocare, è una sorta di Trento con più tecnica, chiusa e arcigna, tutta difesa e tiri dai 6,75. Un modo di giocare che può non piacere ma che è decisamente efficace. Ci vorrebbe tutto l'estro e l'inventiva dei pezzi pregiati di casa Pozzecco per buttare giù il muro della Reyer. Non sarà facile, ma non è impossibile. ImPOZible is Nothing!

L'appuntamento è per stasera, 12 Giugno 2019, ore 20.45 - GARA 2 - Rai Sport HD - Eurosport Player - Eurosport 2.

AJO' DINAMO!!!!












martedì 11 giugno 2019

Finals Playoff 2019: Venezia - Dinamo 1-0

Da Venezia siamo partiti (il 10 Marzo 2019, ultima sconfitta in campionato) e a Venezia abbiamo chiuso la serie di 22 (10 Giugno 2019). Si chiude la serie infinita di vittorie proprio in occasione di Gara 1 della Finale Playoff 2019. Adesso da Venezia, da questa sconfitta, si deve ripartire per riaprire la serie. Una buona Dinamo, che è stata in vantaggio anche di 13 punti, perde 72-70 la prima partita nel catino del Taliercio, nonostante il ghiaccio e i ripetuti sforzi per riprenderla. Alla fine la valutazione dice 73 Dinamo, 67 Venezia, rimbalzi Dinamo 46, Venezia 34, eppure Gara 1 se la porta a casa la Reyer. Non so se meritatamente, ma in queste occasioni è difficile valutarlo, di certo hanno fatto come sempre una buona difesa e hanno messo dentro il doppio delle triple (8/28 per i veneti, 4/17 per i biancoblu). Comunque ci sta di perdere una partita in una serie di 7, per giunta contro una squadra forte e lunga come la Reyer. 1-0 e palla al centro.
Ci sono comunque anche degli aspetti positivi nella partita, il primo dei quali è il fatto che la banda del Poz non ha mai mollato sino all'ultima occasione a 4 secondi dalla fine, purtroppo sprecata. Tyrus McGee è stato il migliore dell'orchestra di Pozzecco: 19 punti (MVP della partita) con 5/6 da 2, 3 rimbalzi, 2 assist e 17 di valutazione. In doppia cifra anche Thomas a quota 13 punti e 9 rimbalzi; Jack Cooley 12 punti e 11 rimbalzi. Buona anche la prova di Justin Carter con 7 punti e una gran prova in difesa annullando quasi completamente Bramos. Alla fine il Banco ha tirato con il 40%, Venezia con il 39,7% ma ha infilato più triple. Nei liberi, invece, sono andate male tutte e due: 18/31 per Venezia, 18/29 per la Dinamo, anche se aveva iniziato benissimo con 10/10. È mancata un po' di lucidità nei momenti topici e alcuni giocatori avevano la manina fredda, nonostante il caldo terrificante del palazzetto modello Death Valley all'ora di punta.
La serie si ferma a quota 22. Ma non importa, mercoledì 12 c'è la possibilità di riacciuffare i veneziani; un pareggio fuori casa non sarebbe affatto male. Bisogna strappare almeno una gara ai padroni di casa, anche se c'è ancora tanto tempo è meglio non rischiare troppo.


L'appuntamento è per Gara 2, mercoledì 12 giugno 2019, ore 20.45 in diretta su Rai Sport.

Grazie lo stesso ragazzi. Forza Dinamo!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...