Lasciate ogni speranza o voi che entrate

Bochesmalas

mercoledì 2 gennaio 2019

I migliori album del 2018, parte prima: i Dischi Caldi




Come da tradizione popolare, tramandata sin dalle origini della specie in quel di blogger, anche quest'anno si parte con la classifica dei migliori dischi dell'annata appena conclusa. Anche questa volta ho diviso l'elenco in due parti. Si comincia con i Dischi Caldi, ovvero quegli album che si vanno a piazzare giusto a ridosso della Top Ten. Seguirà a breve l'elenco dei magnifici dieci (beh, forse qualcuno in più).
Per quanto riguarda la classifica di oggi non necessariamente si tratta di dischi meno belli rispetto ai primi dieci (che poi, come dicevo, dieci non sono). Anzi spesso, molto spesso, con il passare del tempo mi sono dovuto ricredere in più di un'occasione e molti "dischi caldi" delle passate stagioni sono diventati "bollenti" a forza di ascolti, ma non abbastanza velocemente per arrivare in tempo nella Top Ten. Anche quest'anno accadrà lo stesso. È inevitabile. Purtroppo non ho abbastanza tempo a disposizione per poter dedicare un ascolto intensivo a ogni disco.
In ogni caso già in questa prima parte della classifica del 2018 si possono trovare delle vere e proprie leccornie per i propri timpani, tanto buon rock in grado di allietare gli ascolti quotidiani di ogni buon fruitore di musica indipendente. Alcuni sono più adatti alla mattina dopo il risveglio, per dare la giusta carica, altri si sposano meglio con il relax post prandiale del primo pomeriggio e altri ancora prediligono il crepuscolo o anche le tenebre più fitte per dare il meglio di sé.
Come sempre le mie preferenze spaziano dal punk al metal, passando per l'indie, l'elettronica, il post punk e il rock (quasi) tradizionale. Purtroppo le mie tare genetiche mi portano a ottenere questi minestroni sonori indigesti e indecifrabili: non penso che si possano trovare molte classifiche di fine anno (o meglio di inizio anno, in questo caso) dove convivono pacificamente dischi black metal, pop, sludge, shoegaze, crust, elettronica e punk rock. Tanto per intenderci non credo proprio che si possa trovare un altro elenco di questo tipo dove ci siano insieme gli Editors e i Judas Priest. 
Comunque anche nel 2018 sono stati tanti i dischi italiani degni di nota. In questa prima parte della classifica fanno bella mostra di sé gli Storm(o), A Silent Mirror, i Colonelli, Eradius, The Coventry, Ginevra e Zeffjack. Da segnalare anche la nutrita presenza di band russe che non mancano mai nelle mie classifiche come nei miei ascolti quotidiani.
Per concludere vorrei segnalare la presenza di qualche "big" in questa selva di nomi decisamente molto underground: il grande ritorno degli immensi Judas Priest, prima di tutti, poi gli Editors, i Monster Magnet e i magnifici Deicide.
Tra qualche giorno, per la gioia di grandi e piccini, pubblicherò la Top Ten...

Intanto ecco i "Dischi Caldi" in rigoroso ordine alfabetico:


A Giant Dog - Toy


A Silent Noise - Mirror


A Slice Of Life – Restless


A.D. Mana – First Life


Abstracter - Cinerous Incarnate


Ancient Emblem / Social Crisis - Split LP


Animal Flag – Void Ripper


Annex - Melu


Arrotzak – Lurzoru Hotzetik


Atrament - Scum Sect


Author And Punisher - Beastland


b.abuse - Memories Of  Better Days Are Gone


Beta Boys - Late Night Acts


Big Bite - Big Bite


Birthright - Let Me Down easy


Blind Seagull – Pressure


Blue Mountain Expansion – Lively, Restless


Brandenburg – Holy Places


Brown Sugar - Long Strange Drip


But the Shadows Have Foes - Infernal Kings


Buzz Kull – New Kind Of Cross


Campdogzz - In Rounds


Candy - Good to Feel


Ceremony – Darling


Cloud Nothings - Last Building Burning


Colonnelli - Come Dio Comanda


Color Tv - Color Tv


Cora – El Rapto


Craft - White Noise and Black Metal


Criminal Code - 2534


Crimson Throne - Of Void & Solitude


Cruel Reflections - One Year


Cult Leader - A Patient Man


Cult Of Haze – Farewell


Cursive - Vitriola


Dakhma - Hamakar Atonement


Deaf Wish – Lithium Zion


Deicide - Overtures of Blasphemy


Delphine Coma – Leaving The Scene


Demonmancy - Poisoned atonement


Dimmu Borgir - Eonian


Disciples Of The Void - Disciples Of The Void


Discommand - Hell is Here


Domesticrust - Another Reality Another Fears


Drug Church - Cheer


Dull Company Myself – To Load The Feeling Of A Whisper


Editors - Violence


Emma Ruth Rundle – On Dark Horses


Entropy Created Consciousness - Impressions of the Morning Star


Eradius - Eradius


Fatum - Edge of the Wild


Fotocrime – Principle Of Pain


Fredag den 13e - Dystopisk Utsikt


Full Speed Ahead - Born To Lose


Funeral Mist - Hekatomb


Ganser - Odd Talk


Geld - Perfect Texture


Ginevra - Death By Strobe


Girls Names – Stains On Silence


Gitrog - Spectral Heraldry


Goats Of Doom - Rukous


God Alone – Bent Shoulders


Gouge Away - Burnt Sugar


Hank Wood and the Hammerheads - Hank Wood and the Hammerheads


Hide – Castration Anxiety


High Tension - Purge


Holygram – Modern Cults


Human Tetris – Memorabilia


Imperial Triumphant - Vile Luxury


Infernarium - Kadotuksen Harmonia


Infinite Void – Endless Waves


Irk - Recipes From The Bible


JT Ripper - Gathering of the Insane


Judas Priest - Firepower


Juvenilia – Obras De Juventud


Karies – Alice


Knight Terror - Conjuring A Death Creature


Kronstadt – Kronstadt


Kælan Mikla – Nótt Eftir Nótt


La Secte Du Futur – Wounded Princes


Last Rites - Last Rites


Late Bloomer - Waiting


Lié - Hounds


Lithics – Mating Surface


Litovsk – Dispossessed


Lucifer's Child - The Order


Lucifuge - Ride The Beast


Magic Wands – Abrakadabra


Marbled Eye – Leisure


Miserable – Loverboy / Dog Days


Moaning – Moaning


Monster Magnet - Mindfucker


Mortuous-Through-Wilderness


My Best Friend – My Best Friend


Neon Lights – A Slice Of Life


Nidstang - Angstloch


Northern Labour Party – We Will Meet In Another Life


Nostalgist – Disaffection


Ocean Hope – Rolling Days


Otrov - Epitaph


Ought - Room Inside The World


Paliki – Radiornot


Parasight - At leve Som Hvis Der Var Et Hab


PAST – Sama


Peter Kernel – The Size Of The Night


Plagues - I


Ploho – Куда Птицы Улетают Умирать


Preoccupations – New Material


Primal Rite - Dirge of Escapism


QUAL – The Ultimate Climax


Rata Negra – Justicia Cósmica


Regnvm Animale / Norn - Brinna/Brenna-split LP


Removalist - Removalist


Rodent Epoch - Rodentlord


Rolo Tomassi - Time Will Die and Love Will Bury It


Rotting Forms - At The Haert Of The World


Sargeist - Unbound


Scathed - Already Dead


Seattle's New Gods - Burnpile


Sect Mark - Worship


Self Defense Family – Have You Considered Punk Music


Selofan – Vitrioli



Sex Park – Atrium


Shadow Age – Shadow Age


Shipwrecked - We are the Sword


Shook Ones - Body Feel


Shopping - The Official Body


Sigh - Heir to Despair


Single Lash – Providence


Sister Disaster – Away


Slaegt - The Wheel


Snape – Always


Spectre - A Grim Menace


Spiritual Cramp - Television


Starcrawler - Starcrawler


Storm(o) - Ere


Suburbanite - Suburbanite


Sunflo'er - No Hell


Sunshine Ward - Nuclear Ambitions


Supernova 1006 – Blackout


Svartidauði - Revelations Of The Red Sword


Sørgelig - Apostate


Tarpan - The Abyss


The Armed - Only Love


The Body - I Have Fought Against It, But I Can't Any Longer


The Column - Oracle


The Coventry – The Art Of Survival


The Crown - Cobra Speed Venom


The KVB – Only Now Forever


The Murder Mystery – HNFS


The Soft Moon - Criminal


The Twinkles - We Come Along


Thou - Inconsolable


Throat - Bareback


Thurst – Project Isle Demotion


Tortura - Psychopompos


True Love - The Pact


Uada - Cult of a Dying Sun


Undertaker of the Damned - Satanas Potestas Est


Uniform & The Body - Menatl Wounds Not Healing


Valuemart – Homegrown Vandal


Veuve SS - Traitre a Tout


Vile Gash - Nightmare in a Damaged Brain


Visions In Clouds – What If There Is No Way Out


Voodus - Into the Wild


WHIMM – A Stare Ajar


Whispering Sons – Image


Whispers Of The Damned - Burying The Bleeding Thrones


Whoredom Rife - NID Hymner av Hat


Will Haven - Muerte


Zeffjack - Friendless


Zeke - Hellbender


Буерак – Репост Модерн


Молчат Дома – Этажи


Пена – Пена


Серпень — Реновация

***









2 commenti:

  1. Il post più atteso dell'anno

    RispondiElimina
  2. Esagerato! Comunque grazie mille! A breve pubblicherò là Top Ten

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...