Lasciate ogni speranza o voi che entrate

Bochesmalas

venerdì 18 maggio 2018

Machu Picchu


Eccoci finalmente la momento clou del viaggio, la meta più desiderata da chi s'inoltra tra le vette e i sentieri del Perù: Machu Picchu mantiene tutte le promesse e si apre davanti agli occhi in tutta la sua maestosa bellezza con una scenografia che toglie il fiato. Pare tutto studiato per stupire il visitatore. Anche la nebbia sembra che sia lì apposta per fare scenografici effetti vedo-non vedo e donare ulteriore fascino e mistero a questo sito incredibile.
Il sito archeologico si raggiunge partendo da Ollantaytambo in direzione Aguas Calientes con un treno che attraversa le foresta, lasciando intravvedere ben poco la notte ma con un tragitto che si rivela spettacolare di giorno (al rientro) grazie alle ampie vetrate.
Il paesino di Aguas Calientes è anch'esso uno spettacolo grazie alle montagne perpendicolari che svettano tutto intorno minacciose e imponenti. Per il resto si tratta di un luogo molto turistico, cresciuto giusto grazie alla vicinanza con Machu Picchu. Tuttavia è pieno zeppo di eccellenti ristoranti, negozi specializzati in trekking, mercati e tutto quello che serve per trascorrere mezza giornata prima dell'incontro con la città perduta degli Inca.
Machu Picchu si raggiunge con 30 minuti di bus navetta che partono da Aguas Calientes già dalle prime ore del mattino. Conviene andare presto per evitare l'affollamento di turisti. Già ad aprile, quando siamo stati noi, il muro di folla non era uno scherzo da affrontare. Non oso immaginare cosa possa essere questo luogo in alta stagione. In ogni caso è fondamentale prendere il biglietto con largo anticipo dall'Italia perché si rischia di non trovare posto o di dover fare file infinite per entrare nel sito.
Comunque una volta dentro, la gente sparisce perché la città è talmente grande da inghiottire centinaia di persone senza che queste disturbino più di tanto la visita. Una cosa fondamentale da tenere in conto è che all'interno del sito non ci sono bagni (bisogna provvedere prima di varcare la soglia) né si può mangiare (si può rimediare dopo). La visita è resa ancora più piacevole dall'altitudine decisamente alla portata di tutti i polmoni (2490 m.) che - finalmente - rende possibile lunghe camminate senza sforzi titanici.
Ci sono anche altri modi per raggiungere Machu Picchu: è possibile fare trekking da vari sentieri con tragitti che variano da poche ore a diversi giorni...se si ha tempo, fiato e gambe a disposizione.
Si può anche scalare la montagna che da il nome al sito, in poche ore si raggiunge la vetta grazie al sentiero attrezzato. Il problema è solo scendere.

Un'autentica meraviglia.



















































































































Aguas Calientes:
































Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...