Lasciate ogni speranza o voi che entrate

Bochesmalas

lunedì 15 luglio 2013

Norimberga



Norimberga (Nürnberg per i tedeschi, Nuremberg per gli anglofoni) è la città che non ti aspetti; è stata distrutta in buona parte durante la Seconda Guerra Mondiale ma, nel tempo, si è rifatta il look ed è rinata dalle sue ceneri, più bella che mai. L'opera di ricostruzione è stata molto accurata ed è riuscita a ricreare l'atmosfera medievale nel suo bellissimo centro storico. I tedeschi, si sa, sono precisi e meticolosi. Sono riusciti a salvare il salvabile e ogni pietra e ogni colore hanno ripreso il loro posto, come se non fosse mai successo niente. Il centro, circondato da antiche mura e imponenti torri offre un piacevole rifugio, con un salto indietro nel tempo. A nord si trova il maestoso Kaiserburg, il castello imperiale, ai suoi piedi è ubicata la casa museo di Albrecht Dürer: Poi, scendendo lungo le stradine impreziosite da splendide abitazioni antiche, rimesse a nuovo e restaurate con cura, e da favolose birrerie artigianali, si giunge alla piazza del mercato (Hauptmarkt) con le sue bancarelle di frutta fresca e prodotti tipici del luogo. Qui, in inverno, tra la fine di Novembre e l'inizio di Dicembre, si svolge uno dei più importanti e affollarti mercatini di Natale d'Europa. La piazza è dominata dalla cattedrale gotica Fraunekirche e dalla splendida fontana verticale Schoner Brunnen. Per il resto la città offre molto altro: bellissimi scorci, ottimo cibo a prezzi ragionevoli (le salsicce e salsicciotti dilagano), birra eccellente, un'infinità di centri commerciali (per chi li gradisce, io preferisco evitarli), le splendide chiese di San Sebaldo e San Lorenzo, l'interessantissimo museo di arte tedesca (Germanisches Nationalmuseum) con annesso un distaccamento dove sono ospitate delle stupefacenti casette delle bambole, antiche e ben conservate, e il Dokumentations Zentrum per chi non vuole dimenticare l'abominevole disgrazia nazista.
L'aeroporto si trova a soli 10 minuti dal centro storico e granisce una comodità di non poco conto, dato che si evitano levatacce e complessi tragitti per raggiungere i numerosissimi hotel sparsi nel cuore della città. 
Da Norimberga è molto semplice spostarsi per una gita fuori porta grazie all'efficientissimo sistema di trasporti tedesco (in Italia siamo molto, molto indietro, da questo punto di vista). Ad esempio sono facilmente raggiungibili alcuni gioielli medioevali come Rothenburg ob der Tauber o Bamberga (prossimamente su queste pagine).
In ogni caso, la seconda città della Baviera (oltre 500.000 abitanti) vale una visita. Non sarà nota come Berlino o Monaco, ma il fascino non le manca affatto.
Tra qualche giorno seguiranno altri post riguardanti Dürer, l'arte tedesca, il Dokumentations Zentrum e le gite fuori dalle mura di Norimberga.






















































































































Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...