Lasciate ogni speranza o voi che entrate

Bochesmalas

venerdì 23 maggio 2014

Rumori dal sottosuolo: Punk in Russia


Il punk ha sempre trovato un buon humus sul quale crescere e svilupparsi persino nell'est del mondo e anche la Russia di Vladimiro non poteva sottrarsi a questa infestazione. Dove ci sono regimi, dove ci sono muri che dividono e dove la democrazia non ha ancora attecchito è inevitabile che nascano movimenti di protesta. Il punk è solo uno degli effetti collaterali più interessanti in questo scontro tra oppressione e oppressi, tra la finta democrazia in salsa ex-comunista, in questo caso, e quella fetta del popolo che guarda all'occidente o mira solo a ottenere un pizzico di libertà in più, scena snaturare la propria identità.
Ci hanno pensato le Pussy Riot ad aprire una finestra sulla scena russa, ma anche senza i riflettori del mondo occidentale accesi dopo l'arresto delle tre riot grrrls, nell'immensa Russia il movimento punk aveva già attecchito da tantissimi anni. Anche se, a dire il vero, ben poco è trapelato dalla (quasi) ex Cortina di ferro e non di certo a causa di mancanza di qualità nel rock russo o per un semplice problema di numeri.
Nelle sterminate terre russe, infatti, sono veramente molte le band in attività, soprattutto nel circuito underground.
Ci sono band in vita dagli anni 80 e anche da prima e alcune di queste godono di un grand eseguito di pubblico in madre patria; c'è una ricca scena ska-punk-folk, horror punk e tanto punk rock...Avtomaticheskie Udovletvoriteli, Korol' i Shut, Distemper, Leningrad, Grazhdanskaya Oborona e tanti altri.
In parallelo si muove, appena sotto lo strato di sottobosco, anche un'eccellente scena death rock, darkwave e post-punk con diverse band di ottimo livello, tra le quali spiccano i fantastici Scofferlane (tra non molto pubblicherò un post interamente dedicato a loro).

I protagonisti del post di oggi sono invece i Moscow Death Brigade, 4scums, Distress, Warborn e Antimelodix. Buon ascolto...




Moscow Death Brigade:

I Moscow Death Brigade sono quanto di meglio si possa udire nella pericolosa terra di confine tra rap-hip hop e hardcore-punk-metal. Picchiano duro sotto liriche urticanti a sfondo politico. Anarchici e antifascisti sotto l'ombra inquietante dello zar Vladimir...un bel rischio in effetti.
L'ep "Hoods Up" è una delle cose più interessanti pubblicate in questa prima parte del 2014 e come dicevo è un feroce rap-hip hop su base punk-metal, mentre le altre produzioni delle crew sono più in linea con la tradizione hip hop underground per quanto riguarda i suoni, decisamente meno violenti e meno rock. Qui sotto ci sono un paio di video di canzoni senza chitarre distorte e l'ep Hoods Up affidato al prezioso lettore bandcamp.
Niente di nuovissimo e particolarmente originale, intendiamoci (in America questo ibrido esiste da un bel pezzo e la colonna sonora di "Judgment Night" ne è uno splendido manifesto); ma sicuramente si tratta di ottima musica.















4 Scums:

I 4scums provengono da San Pietroburgo e suonano un devastante raw punk-crust-d-beat rigorosamente (o quasi) cantato in russo; loro lo definiscono punk'n'roll massacre. 
Hanno all'attivo l'EP "We Can Resist" del 2010 e l'eccellente album "Пёс Войны" del 2009. Si tratta di materia punk incandescente di assoluta qualità, ma impossibile da trovare nei negozi occidentali. Per fortuna la rete viene incontro a chi non si vuole fermare ai soliti nomi e alle solita scene. Grazie al web e alle centinaia di persone, band e piccole etichette che si sbattono tutti i giorni per diffondere il verbo, le distanze si accorciano e a questo proposito qui sotto c'è qualche link utile.
Ne approfitto per ringraziare i tipi del blog "Red & Anarchist Black Metal" che svolgono un lavoro eccellente per la diffusione della musica indipendente di quella parte del mondo.



http://4scums.bandcamp.com

https://www.facebook.com/4scums

http://r-a-b-m.blogspot.it/2009/12/4scums-2009.html

http://www.punkrockers.com/4scums









Warborn:

Da San Pietroburgo provengono anche i Warborn, ma a differenza dei 4scums loro sono ben distanti dalle sonorità UK82 e affini. Qui la potenza e la violenza è la stessa ma il peso specifico è ben maggiore; i Warborn masticano hardcore metallico duro e violento.
Sino a oggi hanno pubblicato alcuni Ep e l'ottimo album "Immersion" del 2012.










Distress:

A San Pietroburgo la scena punk è particolarmente ricca e interessante e anche i Distress provengono da questa città. Sono in vita dal 2003 e hanno avuto il tempo di pubblicare 4 album, alcuni ep e un buon numero di split.  L'ultimo lavoro della band è l'ottimo "Life, Death...Rebirth" del 2013, album  che si trova facilmente anche in europa occidentale e vale sicuramente la pena di spendere qualche minuto e qualche euro per procurarselo.
La musica offerta è hardcore punk-crust-d-beat con inflessioni metalliche e tinte scure, ma le etichette lasciano sempre il tempo che trovano, anche se possono aiutare a non sbagliare acquisti o a non allontanarsi troppo dai propri gusti. Per fortuna c'è la possibilità di ascoltarli, anche qui sotto, senza spostarsi di un centimetro dal divano e senza bisogno di vagare per la rete.
D-Beat Warriors...











Antimelodix:

Gli Antimelodix da Petrozadvosk suonano crust-punk-metal o meglio blackened crust violento e aggressivo. L'ultimo disco pubblicato dalla band è l'ottimo ep "Hellfuck:" 5 brani veloci e abrasivi che non lasciano scampo.











8 commenti:

  1. Ha già detto tutto Evil ma vale la pena ripeterlo: FANTASTICO!

    RispondiElimina
  2. Grazie Massi!!!!
    Siete tutti e due esagerati, ma grazie mille!

    RispondiElimina
  3. Ciao Bart, grazie infinite....ma mi sembra troppo "il numero uno"....facciamo almeno il 2
    Scherzo (ovviamente)
    Grazie Bart

    RispondiElimina
  4. no, no, in tema di punk sei il numero uno.non ci sono cazzi per nessuno.
    domani che voti? ma io lo so già
    ciao fratello

    RispondiElimina
  5. Certo che lo sai,
    Ciao fratello....e grazie!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...