Lasciate ogni speranza o voi che entrate

Bochesmalas

mercoledì 19 febbraio 2014

Italicul

POP-u-lism: Sanremo, la musica che non c'è, il nuovo profeta e altre cazzate.


Per la prima volta da quando ho appeso al chiodo i calzoni corti, ieri mi sono sorbito una buona mezzora dell'ennesima edizione dell'horror-pop-melo-cacofonico che, come ogni anno, ruba la scena a tutto quello che accade nel paese reale.
Non so se questo mio gesto insano sia stato dovuto a un momento di debolezza, a una irrefrenabile pulsione sado-maso, al rincoglionimento che avanza inesorabile, o semplicemente solo al desiderio di sentire il discorso di Grillo fuori dalle porte dell'Ariston.
In ogni caso mr. "5 milioni di buonismo" Fazio ha iniziato alla grande con la solita puttanata dei soliti falsi operai disperati che tentano di buttarsi giù dalla balaustra della galleria del teatro. Questa scenetta l'aveva già proposta Pippo Baudo con ottimi risultati, perciò Fazioso ha pensato bene di fare altrettanto, ma con risultati scadenti al limite del grottesco: ha declamato il contenuto della lettera senza quasi neanche posarci lo sguardo, e poi non ha messo il pathos necessario per una buona riuscita del bluff. Chissà se la massa di ebeti bavosi davanti alla tv si sia bevuta anche questa ennesima stronzata acchiappa ascolti, come sempre...




Qui, del resto, ci beviamo tutto anche i distillati più assurdi e tossici come, per esempio, la necessità di fare un ben regalo da 7 miliardi alle banche private, mettendoci dentro l'ennesima puntata della telenovela dell'IMU per rendere più digeribile il beverone velenoso. Per giunta con i "compagni partigiani" del PD che cantavano Bella Ciao, mentre i soldi degli italiani entravano nelle tasche dei bankieri.
Abbiamo digerito senza fatica l'aumento dell'IVA, messo su in pochi minuti, di nascosto, in piena notte.
Ci siamo ingoiati il condono di una camionata di miliardi ai signori delle slot machines, come anche l'acquisto degli "utilissimi ed economici" F35 che, oltretutto, hanno un sacco di difetti.
Si potrebbe continuare per ore: la TAV, il decreto svuota carceri, il finanziamento pubblico ai partiti in salsa "grandi intese," la ghigliottina, le spese folli (con i nostri denari) dei politici e dei gruppi regionali per acquisti incredibili e tantissime altre schifezze immonde.
Intanto che noi digeriamo l'olio di ricino dei vari governi di larghe intese (eh si, l'intesa ce l'hanno sempre avuta) il voto è diventato un inutile orpello, un optional.

Ed è nato un nuovo profeta, un nuovo messia (ex-DC, ovviamente) in grado di nutrire le coscienze degli italiani e di fermare il declino della nazione.




Per quanto riguarda le canzoni, beh a Sanremo non ci sono mai state. Qui si sentono solo canzoncine fatte di zucchero e miele per far diventare il boccone meno amaro, quasi fossero delle medicine per rendere più accettabile tutto il marcio che c'è in italia. A Sanremo si presentano cantanti o presunti tali che rimangono in un cassetto tutto l'anno e vengono rispolverati solo per l'occasione.

Per quanto riguarda la fredda cronaca può essere utile una lettura cannibalesca di questo eccellente post del mitico Marco Goi: http://pensiericannibali.blogspot.it/2014/02/sanremo-renziano-2014-serata-1.html 
Per quanto riguarda una buona alternativa a questo show Fazista, qui c'è il contro festival: http://orablu.blogspot.it

Io ne ho abbastanza di questo spettacolo del nulla-ma-lucido-e-scintillante e mi accontento della prima mezzora della prima puntata. Cedo il telecomando al miglior offerente.

Un po' di musica per rifarsi le orecchie (e lo stomaco). Nuovi dischi freschi di stampa o in arrivo in questi giorni:

Chuck Ragan - Non Typical:



Till Midnight è il nuovo album di Chuck Ragan, cantante e leader della grandissima punk band Hot Water Music, nonché straordinario cantore alt-country da solista. In quest'ultima versione ha già sfornato alcuni capolavori assoluti come "Feast or Famine" del 2007, "Covering Ground" del 2011 e, soprattutto, il fantastico "Gold Country" del 2009. Il nuovo disco sarà disponibile il 25 marzo di quest'anno. "Non Typical" è il primo singolo estratto.







Behemoth - The Satanist

Il decimo album della band death metal polacca potrebbe essere tra i dischi migliori di questo nuovo anno. Appena avrò il disco tra le mani gli dedicherò lo spazio che merita.





Daggers - It's Not Jazz, it's Blues

Il disco della band belga Daggers è rumoroso, ipnotico e devastante. È composto da materiale altamente infiammabile. una miscela esplosiva di punk e metal. Feroce e spietato.





Dephosphorus - Ravenous Solemnity

I greci Dephosphorus propongono una riuscitissima alchimia sonora a base di grindcore, punk e death metal che loro definiscono "astrogrind." Dentro c'è anche una cover dei Discharge (The Blood Runs Red). Un disco imperdibile.





La Femme - Psycho Tropical Berlin

La Femme è una folle band francese che propone un'irresistibile macedonia surf-pop-indie-rock-new wave, in grado di far risorgere il buon umore anche in questo periodo di depressione dilagante. Il disco è del 2013 ma chi se ne frega, ce lo metto lo stesso.






Tengger Calvalry - Ancient Call

Questo incredibile disco è stata una delle più grandi sorprese di questi primi giorni del 2014: un ottimo concentrato folk-metal proveniente dalla Cina! 





Alcest - Shelter

Il nuovo disco della one man band francese post balck metal è sempre più distante dalla proprie origini. Shoegaze, acustico e intimista.





Clan of Xymox - Matters of Mind Body and Soul

I maestri della dark wave ritornano sul mercato dopo trent'anni di carriera e una decina di ottimi album. Il nuovo disco si appresta a diventare un nuovo classico.




Altri nuovi album che troveranno più spazio in questo blog, prossimamente:


Cripple Bastards - Nero in Metastasi



Big Elf - Into the Maelstrom



Dum Dum Girls - Too Pure



Nashville Pussy - Up the Dosage



Tying Tiffany - Drop






Un disco che, invece, che non ho ancora messo a fuoco: non ho capito se si tratta di un capolavoro o di una cagata pazzesca:


Warpaint - Warpaint









Il miglior candidato alla segreteria del PD:


Nel frattempo c'è la "consultazione" tra don Matteo e Grillo...

2 commenti:

  1. grazie per la citazione!

    io continuerò stoicamente a sorbirmi anche la seconda serata :)
    anche se, certo, è meglio sentirsi gli idoli francesi la femme.
    e il nuovo disco delle warpaint è un capolavoro, fidati! ;)

    RispondiElimina
  2. È stato un grande piacere citare il tuo post spettacolare.
    In bocca al lupo per la seconda serata del festival di Fabio Renzi.

    Grazie per il consiglio...:)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...