Lasciate ogni speranza o voi che entrate

Bochesmalas

venerdì 23 ottobre 2015

Dystopian Society - Overturned Reality


Introdotto da un'efficace e suggestiva intro "Overturned Reality" si apre nel migliori dei modi; a questo punto l'atmosfera è alla temperatura giusta per gustarsi in condizioni ideali il potente dark punk dei Dystopian Society. Per il secondo album la band fiorentina si è ridotta all'osso, trasformandosi in un duo con i soli Max e Sara a dividersi gli strumenti a disposizione.
Il primo album "Cages", pubblicato nel 2013, aveva suscitato ottime impressioni tra gli appassionati di Death Rock e punk dalle tinte scure e anche l'ep dell'anno scorso, "Violations" (dal quale sono state riprese un paio di tracce in questo nuovo disco: la title track e "No Deliverance") era riuscito a tenere desta l'attenzione sulla band. Ma con i 30 minuti di "Overturned Reality" il duo toscano riesce a tirare fuori dagli strumenti il meglio che si possa pretendere in ambito punk virato al nero. In queste nuove nove tracce, la voce di Max è semplicemente perfetta e la chitarra di Sara lo è altrettanto, alternando un ottimo gusto melodicoscuro (vedi/senti Discarded) agli assalti punk; il tutto è sapientemente assistito da un'eccellente sezione ritmica.
Tutta le scaletta è ineccepibile a partire dai brani più veloci e duri come "The Buzzer" sino a quelli più articolati e carichi di tensione come la succitata "Discarded" o "The City's Breath". Il disco è arricchito di spunti liberamente tratti dalla tradizione death rock americana degli anni d'oro, dal gothic rock-post punk-anarcho punk  inglese e europeo degli anni 80 (Paralisis Permanente, Uk Decay, Killing Joke, Rudimentary Peni, Joy Division). C'è anche qualche ritmica tribale e qualche soluzione sonora che può richiamare alla mente il suono batcave, ma si tratta solo di sensazioni fugaci, dovute al fatto che nella musica non si può più inventare nulla, tantomeno da tutto quello che nasce dal punk. In ogni caso i Dystopian Society ci mettono dentro una grande personalità e soprattutto riescono a ricamare una sfilza di canzoni eccellenti, ottenendo come risultato finale un disco che non può e non deve passare inosservato. Se il genere vi intriga in qualche modo non fatevi sfuggire "Overturned Reality".


Tracklist:

01.Intro
02.The Buzzer
03.Altars
04.Violations
05.Overturned Reality
06.Discarded
07.The City's Breath
08.Resist
09.No Deliverance

2015 - Danse Macabre

Formazione:

Max Skam - voce, basso
Sara Hexe - chitarre, batteria







Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...