Lasciate ogni speranza o voi che entrate

Bochesmalas

sabato 28 marzo 2020

SARS-CoV-2


Prosegue il tour mondiale di Covid-19, lasciando una scia di morte e distruzione mai vista né immaginata, neanche dalla più fervida fantasia dei migliori autori di science fiction. Per qualche giorno ho cercato di stare lontano da numeri inquietanti e file di bare ma, devo ammettere, che è assolutamente impossibile. La clausura giustamente imposta dalle autorità tra un turno di lavoro e l'altro non da alcun scampo. Non c'è possibilità di cercare distrazioni di qualsiasi genere - musica - cinema - sport "d'epoca" - video games - senza ripiombare in discorsi sul Covid e i suoi discepoli o  su uno speciale TG a tema. Non abbiamo scampo.
Il 25 marzo sono stati 3.491 i nuovi casi accertati e 683 i morti. Il 26 marzo 4.492 nuovi contagiati, 712 i caduti, ma anche 999 guariti. Ieri, il 27 marzo 2020, ci sono stati 4.401 nuovi positivi che portano a un totale di 86.498 contagiati, 589 guariti per un totale di 10.950 scampati alla falce di Covid-19, e 969 morti che portano il totale dei decessi a 9.134. Nonostante questo pare che la curva si stia appiattendo e quindi si inizi a vedere un timido segnale positivo rispetto alle misure d'emergenza prese dal nostro governo, e copiate anche da altre nazioni, pur con colpevole ritardo.
I morti di questi giorni sono pazienti che hanno contratto l'infezione circa 14 giorni fa, prima o poi quindi si dovrebbe vedere un calo. Cosa quanto mai auspicabile dato che l'età media dei ricoverati inizia ad abbassarsi, come anche quella dei morti (ieri è deceduta una ragazza di 16 anni in Francia).

Nel resto del mondo non se la passano molto meglio, soprattutto in Spagna e Stati Uniti, mentre l'epidemia dilaga ormai anche in Africa.
Eppure nonostante tutto questo l'europetta del kaiser Angelina Merkel, con la complicità di Olanda e Finlandia, non vede non sente e non parla. Le proposte del gruppo di nazioni guidato da Italia, Spagna e Francia sono state stoppate dalla padrona dell'Europa con un sonoro Nein! Pare che l'intenzione sia di pulircisi il culo con i nostri Coronabond e di farsi sputare il sangue con gli interessi sullo stesso modello di quanto fatto alla Grecia anni fa.
Tuttavia non c'è solo il problema di questo inutile carrozzone condotto da Angelina a far scatenare la nausea e la rotazione perpetua dello scroto, anche da altre parti si registrano azioni e affermazioni sconcertanti, a cominciare da casa nostra. Prima di tutti chi turba di più è sempre il solito "corpo estraneo in seno alla maggioranza" il buon Renzi, che oltre a invocare Draghi (forse anche principesse, castelli e scudieri) in perfetta sintonia con l'opposizione, chiede a gran voce anche l'apertura di scuole e negozi! Nonostante tutto il suo impegno però riescono a fare ancora peggio di lui i leader del centro-destra soprattutto quelli dell'asse portante Salvini-Meloni (un po' meno i berlusconiani, ad essere sinceri) con una serie di dichiarazioni sconcertanti sia all'interno del nostro parlamento sia nei soliti talk show. Altro che unione d'intenti per superare l'emergenza, qui la campagna elettorale non ha soluzioni di continuo. È perenne.
C'è da aggiungere anche che molti cittadini non si comportano molto meglio, a partire dagli assaltatori di market al sud (istigati e pilotati dalle mafie), qualche giornalista che propone aperture di biblioteche e librerie e i molti cittadini che si recano tutti i giorni al market per compare un panino oggi e l'affettato domani. In tanti, tantissimi, non hanno capito un cazzo.
È sicuramente vero che l'attuale chiusura di tutto quello che ha una serratura ha causato la perdita del lavoro e di danari a tanta gente. È altrettanto vero che chi lavorava in nero - come chi viveva di espedienti - ora potrebbe avere ulteriori grandi problemi economici, ma io non credo che quelli che fanno anche 2 ore di fila per uno scontrino di 2-3 euro siano tutti poveri e bisognosi. Anche perché 3 lattine di birra o una bottiglia di aranciata non mi sembrano generi di prima necessità. Ci sono personaggi che vanno tutti i giorni a farsi la fila giusto per aggirare in qualche modo il divieto di uscire.

E  sarà ancora lunga, purtroppo.



2 commenti:

  1. La Merkel sta facendo schifo. L'U.E. è ormai inadeguata. Doveva diventare l'Europa dei popoli, invece è solo l'Europa delle banche.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gus. Ovviamente sono d'accordo con te. O cambiano o chiudono bottega anche loro.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...