Lasciate ogni speranza o voi che entrate

Bochesmalas

sabato 3 settembre 2011

Ramones


C'erano una volta 4 "fratelli", ora ne è rimasto uno, anzi due, forse di più...



I Ramones SONO IL PUNK ROCK, tutto il resto ha un'importanza relativa.
Si formarono nel lontano 1974 a New York nel quartiere di Queens. Della formazione originale (Joey alla voce, Johnny alla chitarra, Dee Dee al basso e Tommy alla batteria) è sopravvissuto il solo Tommy. Il primo ad abbandonare questo mondo infame è stato Joey Ramone morto a causa di un linfoma il 15 aprile del 2001 alla soglia dei cinquant'anni. Il secondo fratello a lasciare questa valle di lacrime fu il bassista Dee Dee il 18 marzo del 2002. Il killer questa volta è una sua vecchia compagna: l'eroina. Infine il 15 settembre del 2004 anche il mitico chitarrista Johnny se ne va, stroncato da un tumore alla prostata, quando i Ramones erano ormai entrati nella leggenda del rock.
L'altra formazione classica è quella con i tre "morti" e con dietro le pelli Marky Ramone, aggregatosi alla band nel 1978 dopo l'abbandono di Tommy e rientrato più volte nei ranghi della "famiglia"; l'ultima volta nel 1987 sino allo scioglimento del 1996. Ora è il batterista dei Misfits.


Altri "fratelli" si sono avvicendati agli strumenti: il batterista Richie tra l'84 e l'87; il bassista C.J. negli ultimi anni di vita del gruppo; Elvis Ramone alla batteria nel 1987. Ma senza nulla togliere loro erano solo delle figure secondarie, vissute ai margini della storia. Anche se, soprattutto, C.J. tra fine '80 e lo scioglimento ha dato un discreto contributo anche per quanto riguarda le composizioni.


Joey Ramone (Jeffrey Ross Hyman) - 1951-2001



Dee Dee Ramone (Douglas Glenn Colvin) - 1951-2002


Johnny Ramone (John Cummings) - 1948-2004

R.I.P.



I sopravvissuti:


Tommy Ramone



Marky Ramone









I Ramones stanno alla storia della musica rock come Mozart sta alla classica, ne più ne meno.
I loro quattro-cinque accordi, semplici, grezzi e potenti come non si era mai udito prima di allora sono stati una scossa irresistibile e sconquassante per il pachidermico vecchio rock degli anni 70. Le melodie contagiose prese in prestito in parte dagli anni '60, dal surf e dal garage; l'inconfondibile voce di Joey, la velocissima chitarra Mosrite di Johnny hanno ferito a morte il vecchio bestione rock, troppo narcisista e lento per poter stare dietro ai rapidi cambiamenti dei gusti dei ragazzi del periodo. Non erano più necessari una tecnica esagerata (e fine a sé stessa) e brani lunghi svariati minuti che si allontanavano sempre di più dalla forma canzone. 
Una canzone dei Ramones si svolge in 2-3 minuti al massimo: veloce, breve e decisa. Un ritornello, quattro accordi, un tiro micidiale e... così sono nate centinaia di piccole gemme, grezze, potenti, trascinanti e indimenticabili.
Serviva ben poco altro: un giubbotto di pelle, jeans strappati e le Converse ai piedi.
One, two, three, four...



La discografia:


Ramones - 1976 voto: 10



Leave Home - 1977 voto: 10




Rocket to Russia - 1977 voto: 10




I's Alive - 1977 voto: 9




Road to Ruin - 1978 voto: 8




End of the Century - 1979 voto: 9




Pleasant Dreams - 1981 voto: 7




Subterranean Jungle - 1982 voto: 7




Too Tough to Die - 1984 voto: 8




Animal Boy - 1985 voto: 8




Halfway to Sanity - 1987 voto: 8




Brain Drain - 1988 voto: 7




Loco Live - 1991 voto: 9




Mondo Bizarro - 1992 voto: 9




Acid Eaters - 1993 voto: 7




Adios Amigos - 1995 voto: 7


I primi sei album sono fondamentali da avere, ascoltare, assorbire e tramandare ai posteri. Il resto è comunque su livelli più che buoni. Vi sono, inoltre, numerosissime raccolte in circolazione, dvd, libri e anche film. Non si contano le cover fatte da band di varia estrazione musicale e anche interi album di tributo ai quattro fratellini terribili. Hanno influenzato centinaia di gruppi punk rock, tanto da generare svariati cloni, molti dei quali di eccellente caratura (Queers, Screeching Weasel etc...).
i Ramones sono uno dei pochissimi gruppi che si riconosce dopo due-tre secondi di ascolto. Avevano uno stile inconfondibile e caratteristico (un po' come i Motorhead per esempio) e i loro dischi erano (e sono!) una sicurezza. Prima di poggiare la puntina sul vinile o il laser sul dischetto già sai cosa ti aspetta. Sempre uguali, sempre veloci, sempre trascinanti. Non ti tradiscono mai.





Da ricordare e da aggiungere alla discografia dei Ramones almeno lo splendido "Don't worry about me" di Joey Ramone:

















Un omaggio dei Motorhead: R.A.M.O.N.E.S.




Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...