Lasciate ogni speranza o voi che entrate

Bochesmalas

lunedì 26 giugno 2017

40° all'ombra di Madrid: el museo nacional del Prado y el monasterio de las descalzas


In questa seconda parte del piccolo giro nella capitale spagnola vi vorrei segnalare  due meraviglie da non perdere. Innanzitutto il museo del Prado che vale da solo la visita alla città, anzi per quanto mi riguarda varrebbe la pena farsi il viaggio solo per vedere la sala El Bosco, dove sono esposte alcune opere dell'immenso Hieronymus Bosch tra le quali spicca il magnifico "Giardino delle Delizie." Da restare senza fiato.
Ma oltre a questo nella sala si possono ammirare, tra le altre, la tavola con i sette peccati capitali, il trittico dell'adorazione dei magi, la tentazione di Sant'antonio e il trittico del carro di fieno. Una vera e propria immersione nel mondo fantastico e grottesco di Bosch.
A parte le folli creature del grande maestro olandese, c'è tanto altro da vedere: pittura fiamminga, spagnola e italiana soprattutto. Raffaello, Dürer, Hans Membling, El Greco, Tiziano, Caravaggio, Rubens, Velasquez, Rembrandt e ultimo, ma non ultimo, Francisco de Goya, soprattutto con la sala dedicata a las Pinturas Negras, da rimanerci ore intere.
Purtroppo dentro al Prado non si può fotografare. Le immagini che trovate più sotto sono state scattate per errore. Mi sono perso invece "Il Trionfo della Morte" di Brueghel perché si trovava fuori casa per motivi di salute (restauro).
Un altro luogo di fascino e bellezza strabilianti è il Monasterio de las Descalzas Reales, un'autentica meraviglia poco conosciuta ma assolutamente imperdibile se vi trovate da queste parti. Anche qui non si può fotografare all'interno, ma non fa nulla: i vostri occhi vi ringrazieranno ugualmente.
Il monastero si può vedere solo con una visita guidata di circa un'ora. Apre al mattino dal lunedì al sabato dalle 10 alle 14 e la sera dalle 16 alle 18.30. La domenica l'ingresso è dalle 10 alle 15. Al suo interno ci sono ancora le suore, perciò non tutto l'edificio è visitabile ma, credetemi, quello che si può vedere vi lascerà di stucco.

Oltre a queste due mete imperdibili, le foto qui sotto riguardano, tra le altre cose,  il Tempio egizio de Debod, Plaza del Sol e il parco del Ritiro con il palazzo di cristallo.





















































































Museo del Prado:













Monasterio de las Descalzas Reales: 






***





2 commenti:

  1. Ho letto una tua lenzuolata e mi ero preparato a fare il relativo (e motivato) commento, salvo poi accorgermi che era del 2015. Il lenzuolo era Holy War, per la precisione. Che c'entra questo con Madrid? Niente, naturalmente. Ma dovevo pur sfogarmi.

    RispondiElimina
  2. Giusto. Il tuo discorso non fa una grinza.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...