Lasciate ogni speranza o voi che entrate

Bochesmalas

martedì 27 ottobre 2020

Fuck Off and Die!

 


Non ci si poteva accontentare di Trump, Bolsonaro e tutta l'Amazonia in fiamme, o delle orde di pescatori criminali cinesi che stanno saccheggiando le acque "patrimonio dell'umanità" delle Galapagos o ancora dei turchi - e delle svariate migliaia di fondamentalisti islamici in tutto il mondo - che stanno attaccando Macron reo di aver sommessamente condannato la tremenda decapitazione di un professore francese da parte di un giovane bastardo terrorista ceceno. Evidentemente no. Evidentemente agli umanoidi che rubano aria al pianeta non sono bastati quasi 45 milioni di infetti e più di un milione di morti (quelli ufficiali, perché quelli reali sono molto di più) come anche i 37.000 morti italiani e gli oltre mezzo milione di casi che purtroppo crescono e cresceranno a un ritmo vertiginoso. 

Non bastavano le terrificanti, stucchevoli, manifestazioni degli infami negazionisti che ci hanno allietato nei mesi scorsi. L'essere umano si dimostra ancora una volta, giusto per non dare adito a dubbi, composto prevalentemente da merda e di essere assolutamente indegno di stare al mondo, ora più che mai. In questi giorni a Torino, Napoli, Roma e Milano migliaia di infami pezzi di merda stanno mettendo a ferro e fuoco le città, i negozi, le nostre strade, approfittando della scusa di protestare contro le nuove restrizioni imposte dal nuovo Dpcm. In questa variegata - quando improbabile - accozzaglia di pseudo-umani che si spacciano per nostri simili ci sono alcuni ultras di calcio, spacciatori, neo-nazisti, personaggi nullafacenti dei centri sociali, la solita criminalità organizzata, alcuni immigrati irregolari delle nostre periferie e i soliti ragazzini acefali alla ricerca di un po' di svago. Questa feccia s'insinua e si infiltra subdolamente nelle legittime manifestazioni di chi rischia di perdere il lavoro o l'attività a causa delle nuove - inevitabili - restrizioni. Tuttavia è sotto gli occhi di tutti che agli pseudo-umani in questione non gliene può fregare di meno delle difficoltà economiche di chi rischia il lavoro o di chi può perdere definitivamente il proprio futuro, tant'è che, pur di fare caos e violenza a tutti i costi, si stanno dilettando a distruggere gli stessi negozi, bar e ristoranti che hanno sofferto prima il lockdown e ora le nuove chiusure. Stanno distruggendo auto e moto di chi a lavoro ci va e di chi non può andarci più, nonché tutto quello che riguarda il bene pubblico: autobus, panchine, piazze, strade e tutto quello che si può distruggere. Senza un perché. Probabilmente solo perché le nostri leggi blande e buoniste consentono tutto questo senza rischiare nulla o poco più.

Eppure le strutture sanitarie italiane stanno cominciando a cedere di nuovo a causa della seconda ondata dell'infezione. Dopo un'estate allucinante con discoteche affollate, feste, balli (non in maschera, purtroppo) e cazzeggi vari, era inevitabile un disastro del genere. Se si tiene conto dei numerosissimi ebeti negazionisti - alcuni famosi, vip e milionari - nonché delle dichiarazioni di alcuni illustri medici, dotti e sapienti, che dichiaravano il virus ufficialmente morto solo pochi mesi fa, tutto questo era inevitabile. L'unica differenza tra la prima e la seconda onda mortale è che questa volta non sta colpendo solo la Lombardia, il Veneto e altre regioni del nord, decisamente più attrezzate ad affrontare il problema. Questa volta l'immonda bestia - con l'aiuto dei suddetti sapienti e dei negazionisti - sta dilagando anche al sud, isole comprese. E sarà una strage.

Alla fine dei conti l'unica cosa che ci rimane da fare è sperare che il virus faccia il suo dovere sino in fondo, a questo punto, e quindi che liberi il mondo di una buona parte dei suoi inquilini a due zampe, possibilmente iniziando dai negazionisti e dalle bestie succitate. Tutta questa merda necessita urgentemente di un rimedio efficace e definitivo. Fuck Off and Die!

4 commenti:

  1. Complimenti Antonio. Finalmente leggo uno che ha capito e lo spiattella senza timore.

    RispondiElimina
  2. Ciao Gus, grazie mille. Beh, non avrei voluto scrivere nuovamente su questi argomenti, ma in questi giorni si leggono tante di quelle cazzate...

    RispondiElimina
  3. Ha bisogno di un bel ricambio di classe politica di giornalisti ed ha bisogno di intellettuali ma veri non come questi che girano da salotto in salotto e vivono nella loro bella bolla di sapone .Ben ritrovato

    RispondiElimina
  4. Ciao ReAnto, mi fa piacere ritrovarti da queste parti. Beh si, ma forse sarebbe il caso di rimacinare e rimodellare un po' tutti gli italici. Siamo un disastro. Saluti!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...