Lasciate ogni speranza o voi che entrate

Bochesmalas

mercoledì 5 giugno 2019

La Dinamo, 22 vittorie consecutive, la FIBA Europe Cup e Il Poz: "Non ho mai visto una cosa del genere"



"Non ho mai visto una cosa del genere" Gianmarco Pozzecco

Beh, neanche noi, mister. Una squadra così, con 22 vittorie consecutive (15 in campionato tra stagione regolare e playoff), una coppa europea e due cappotti nei playoff: 3-0 nei Quarti (contro Brindisi) e 3-0 nelle Semifinali (contro Milano) non penso l'abbia vista molta gente nella storia e nel pianeta terra. La Dinamo di questa stagione è la Dinamo più forte di sempre, anche di quella formidabile dello storico triplete e anche di quella fantasmagorica condotta da T12. La Dinamo di questa stagione è la squadra più forte d'Italia, a prescindere dalle superpotenze nordiche, dagli ingaggi e dai nomi altisonanti. Ne sa qualcosa mr. Pianigiani che ancora non ha digerito il 3-0 della Semifinale e continua a inveire sugli arbitraggi, come l'ultimo dei più sfigati allenatori di provincia. E non si è ancora capito il perché né, tantomeno, che partite abbia visto e vissuto.
Intanto gli uomini di San Poz si riposano, dato che finiscono sempre prima degli altri, e hanno tutto il tempo per riprendere le forze in attesa di sapere chi sarà l'avversario nella Finale. Cremona o Venezia? Di certo per la Dinamo non cambia molto, una vale l'altra. Sono comunque due squadre forti ma in una c'è un bel pezzo della Dinamo del passato: il grande Meo Sacchetti e il mitico Travis Diener succitato. In quel caso sarebbe una sorta di derby, una specie di incontro tra vecchi amici. Per ora le due formazioni sono 2-1 in favore di Cremona, però stasera alle 20.45 c'è in programma Gara 4 a Venezia, e la Reyer potrebbe pareggiare i conti. In quel caso i due contendenti alla Finale andrebbero a disputare anche Gara 5 il 7 giugno, in quel caso a Cremona. E questo evento non sarebbe male per la Dinamo, dato che i due contendenti si stancheranno di certo. 
In ogni caso queste sono considerazioni che lasciano un po' il tempo che trovano, una Finale è sempre una Finale, e le energie in questi casi si trovano anche dove non ci sono o non ci dovrebbero essere. Per ora conta solo il fatto che la Dinamo-Banco di Sardegna in Finale c'è già da un bel pezzo e attende seduta al tavolino di un bar i suoi spasimanti. Vada come vada, la squadra del Poz è già nella storia.

Finora nessuno ha fatto di meglio. La Dinamo, oltre a essere l'unica ad avere vinto 22 partite consecutive, è la sola quest'anno ad avere fatto proprie le sue serie (Quarti e Semifinale) con due bei cappotti da 3-0. La favorita Milano, eliminata di fresco dalla Dinamo, era arrivata in Semifinale vincendo a fatica i Quarti contro Avellino 3-2. Brindisi si è fermata ai Quarti perdendo 3-0 appunto con Sassari. Dall'altro lato del tabellone Cremona ha battuto Trieste ai Quarti per 3-1 e Venezia ha avuto la meglio di Trento solo a Gara 5 finita 3-2. Ora, come dicevo Cremona e Venezia sono 2-1 in Semifinale quindi nessuno potrà mai arrivare in Finale con lo stesso bagaglio della Dinamo, per quanto possa valere o meno tutto ciò. 
Con l'avvento del Profeta Poz la squadra sassarese ha perso solo un paio di partite in campionato e una semifinale di Coppa Italia quando ancora i discepoli non avevano ben recepito il verbo. Poi solo vittorie. Niente altro. Non si è mai vista una cosa del genere...

Un'altra curiosità, forse solo un puro caso, una strana coincidenza, ma è ciò che è accaduto: con la presenza di Luigi DiMaio e fidanzata al PalaSerradimigni in occasione di Gara 3 contro Milano,  è andata a finire con il 3-0 a Milano e la Dinamo in Finale. Invece la passata stagione quando si era presentato Renzi abbiamo visto cosa è successo...

Cazzate a parte, uno dei segreti di questa folle banda è la relativa imprevedibilità, con quintetti diversi e protagonisti sempre diversi. In questi playoff, nei Quarti, aveva iniziato Pierre in Gara 1 con 21 punti, l'aveva seguito Thomas in Gara 2 con 17 punti e poi Cooley con 20 punti a chiudere la serie. In Semifinale ha aperto le danze Gentile in Gara 1 con 26 punti, l'ha seguito Polonara con 29 punti in Gara 2 e Jamie Smith nel terso round anche lui a quota 29. Sei attori protagonisti diversi in Sei film diversi; uno più bello dell'altro.

Ce ne andiamo in Finaleee...

Adesso si aspetta la Finale. Si parte il 10 giugno alle 20.45 non si sa ancora dove ma di sicuro fuori casa, dato che si disputano l'altra casella la seconda classificata (Cremona) e la terza (Venezia). Gara 2 è in programma il 12 giugno, sempre nel profondo nord. Si torna nel fortino del PalaSerradimigni venerdì 14 e domenica 16 giugno, per le sfide numero 3 e 4. In caso non ci sia ancora un vincitore si ritorna in continente il 18 per Gara 5 per poi ritornare a casa il 20 per l'eventuale Gara 6 e ripartire su per l'eventuale "bella," l'ipotetica Gara 7, in programma il 22 giugno.
Sembra complicato ma è tutto molto semplice: prime due partite fuori casa, altre due in casa, poi la quinta fuori casa, la sesta in casa, e la settima ancora fuori. Si vince lo scudetto al meglio delle 7 partite, quindi chi se ne aggiudica 4 almeno si prende anche il tricolore.

Comunque per ora c'è ancora da attendere. Oggi (diretta RAI Sport ore 20.45) c'è Gara 4 della Semifinale tra Cremona e Venezia. Che vinca il migliore (e che si stanchi il più possibile).








imPOZible is Nothing













Alcuni dei video di Dinamo tv, come sempre grandiosi:

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...