Lasciate ogni speranza o voi che entrate

Bochesmalas

mercoledì 14 settembre 2016

Dinamo Sassari 2016-2017: se il buon giorno si vede dal mattino...


Non nascondo che la partenza del Professore in Lituania, con tutte le rocambolesche vicende annesse "dentro-fuori-resta-ritorna-è fatta: manca solo la firma-ma anche no" mi aveva lasciato l'amaro in bocca, per non dire altro. Un po' come era successo con l'esonero del grande Meo Sacchetti, le valigie pronte di David Logan sono state una botta difficile da mandare giù senza effetti collaterali. Eppure la premiata ditta Sardara-Pasquini riuscirà a far digerire anche questo e i fatti sono lì a dimostrarlo: il roster 2016-2017 della Dinamo Sassari è veramente eccellente, ben al di là delle più rosee aspettative.
I nuovi arrivati Lacey, Martin, Carter, Lydeka e soprattutto lo strepitoso Darius Johnson-Odom e il monumentale Dusko Savanovic fanno ben sperare. La squadra sembra molto più solida rispetto alla scorsa annata. Non ci sono più tutta quella serie di giocatori bravi, ma fragili e instabili, come Petway, Varnado, Mitchell e Kadji, e neanche ottimi giocatori come Alexander e Akognon, ottimi come dicevo e a tratti addirittura irresistibili, ma discontinui come l'asfalto delle nostre strade.
I nuovi arrivati si sono amalgamati alla perfezione con i grandi "vecchi" Jack Devecchi, Brian Sacchetti, Rok Stipcevic e Lollo D'Ercole. E anche i due giovani italiani Monaldi ed Ebeling sembrano promettere piuttosto bene. Manca ancora all'appello Gabriel Olaseni impegnato con la nazionale inglese, ma lui dovrebbe essere una certezza. Non c'è più Logan ma, con il tempo, forse, ce ne faremo una ragione.
Certamente stiamo parlando di pre-season, ci sono lavori in corso sia per la Dinamo sia per le altre squadre. Ma le amichevoli sino ad ora disputate hanno mostrato una squadra compatta, veloce e soprattutto "cattiva", ben diversa da quella che si era vista l'anno scorso. Inoltre la Sidigas Avellino, il Galatasaray e l'Hapoel Jerusalem, battute in questi giorni non sono proprio "squadrette" di seconda fascia.
In ogni caso, l'input che ha dato il via a questo post bislacco, è stata la visita dei giganti bianco-blu nella città di Nuoro. Qui la squadra al completo si è offerta all'abbraccio dei tifosi barbaricini, nel primo pomeriggio nella sede centrale del Banco di Sardegna nel Corso Garibaldi dove c'è stata un'iniziativa di solidarietà organizzata dall'Aisla (Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica) di Nuoro e successivamente in via Lamarmora presso la Gioielleria Rosas, anch'essa sponsor della Dinamo. Ma il clou della serata è stato il 3° Trofeo Meridiana svoltosi al PalaDonBosco con il grande basket offerto dalla Dinamo Sassari e dal Galatasaray Istanbul. Per la cronaca è finita 86 a 72 per i sassaresi, grazie alle grandi prestazioni di Johnson Odom, Sacchetti (Mvp del match), Savanovic, Carter e Stipcevic, tutti in doppia cifra.

Qui sotto c'è qualche foto e qualche video artigianale dell'evento.


























***


Ne approfitto anche per fare gli auguri a David Logan e alla sua Lietovus Rytas.



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...