Lasciate ogni speranza o voi che entrate

Bochesmalas

sabato 21 maggio 2016

Italian Sounds: Caron Dimonio, Hungry Like Rakovitz, Lateral Blast, Flat Bit, Virgo, Nera, I Plebei

Per la terza puntata di Italian Sounds ho scelto 7 dischi appena sfornati dalla scena alternativa del nostro bel paese, come sempre ricca di band estremamente interessanti ed etichette agguerrite, nonostante la crisi e il mercato musicale anoressico, vittima dello spread, del jobs act e di chissà cos'altro. Da queste parti di musica se ne compra sempre meno e non è che se ne ascolti molta di più. Ma può essere utile un ascolto preventivo prima di mettere mano al portafoglio o decidere di cambiare canale.

Come al solito la scelta di fare una sorta di maxi recensione cumulativa che contiene all'interno alcune micro-pseudo-recensioni ha i suoi lati positivi ma anche quelli negativi. Ma il tempo che ero riuscito a riacciuffare alcuni giorni fa è scappato nuovamente (con la refurtiva) e il lavoro arretrato continua ad accumularsi.
Bando alle ciance, dunque, perché devo andare a inseguirlo...

Le band di oggi, come dicevo, sono 7 e, come al solito, sono molto diverse tra loro; i dischi in questione sono altrettanti e sono tutti molto interessanti dal mio punto di vista. Anche se sono sicuro che tutti e 7 non possono piacere a tutti:

Caron Dimonio, Hungry Like Rakovitz, I Plebei, Lateral Blast, Nera, Virgo e Flat Bit.

Caron Dimonio - "Solaris"



I Caron Dimonio sono un duo bolognese composto da Giuseppe Lo Bue (voce, chitarra, synth, piano, drum machine) e Filippo Scalzo al basso. Suonano un personale e avvincente Post Punk con largo uso di elettronica, scorie noise e spezie new wave e lo fanno dannatamente bene. "Solaris" è il secondo album della band, contiene 13 magnifiche tracce ed esce per la Atavic Records di Sassuolo.
Uno dei migliori dischi ascoltati quest'anno, senza ombra di dubbio...




Hungry Like Rakovitz - "Nevermind The Light"





Altro disco interessantissimo è il nuovo album degli Hungry Like Rakovitz, band di grande esperienza con all'attivo altri due album e svariati Ep e singoli. Suonano un violentissimo quanto efficace blackened hardcore-grind-sludge o per dirlo con le loro parole pure fucking grimecore. Il nuovo disco della band bergamasca è materiale altamente infiammabile composto da 12 tracce micidiali. "Nevermind The Light" è co-prodotto da Blasphemy Worldwide Records, Shove Records, Drown Within Records, Dingleberry Records e Icore Produzioni.



Lateral Blast - "La Luna Nel Pozzo"




Si cambia completamente genere (ancora una volta) con il nuovo eccellente album dei Lateral Blast, interessantissima band romana assolutamente originale. il loro rock sperimentale è debitore della grande tradizione prog europea ma, come dicevo, è decisamente inclassificabile. Fuori dagli schemi e dalle etichette. Grande musica.
"La Luna Nel Pozzo" esce per (R)esisto distribuzione.




Virgo - "Virgo"



Il secondo album omonimo dei Virgo è un concentrato di potente hard-stoner rock. 12 tracce torride dove i 5 vicentini miscelano la tradizione rock italiana con il suono del deserto americano con gran profusione di decibel e chitarre incandescenti. Decisamente riuscito. "Virgo" è distribuito da Alka Record Label.





I Plebei - "Eterna è la Tensione (di Clavicole, ingranaggi e leve)"



I Plebei sono una band storica in attività dalla metà degli anni 90, partiti come blues band si sono trasformati in un gran carrozzone folk teatrale dalle mille sfaccettature. Nella loro musica convivono il folk in tutte le sue declinazioni, la canzone d'autore, il rock, il blues, un po' di jazz e un po' di swing. Il nuovo album "Eterna è la Tensione (Di Clavicole, Ingranaggi e Leve)" è disponibile da fine aprile.  Il divertimento è assicurato. (R)esisto Distribuzione.





Flat Bit - "Imperfette Condizioni"



Un'altra piacevole sorpresa, per quanto mi riguarda, è stato questo ep dei Flat Bit, Imperfette Condizioni. Devo dire che di solito non vado pazzo per questo electro-pop-rock, più pop che rock a dire il vero in questo caso. Ma questi 6 brani contenuti nell'ep a partire dal riffone hard di Standard alla conclusiva Al Sole mi sono piaciuti parecchio. Alka Record label. Pop molto piacevole...






Nera - "Nera"



Chiude questo strampalato minestrone sonoro l'ep omonimo dei Nera, il secondo dopo "The Last Days of Love" del 2012. In questo nuovo disco la band fiorentina propone 5 tracce anticipate dal singolo "La Plastica." Ottimo alternative rock potente e chitarroso, rigorosamente cantato in italiano.
Anche questo disco esce per la Alka Record label.




Amen

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...