Lasciate ogni speranza o voi che entrate

Bochesmalas

sabato 3 ottobre 2015

Death Valley, California, USA



Mai nome fu più appropriato: la Valle della Morte è quello che promette di essere già dal momento della presentazione. Non è un luogo in cui trattenersi a lungo a conversare con i coyote o gli umani che ogni tanto vengono sfornati dagli sportelli dei pullman; non è un posto per esseri viventi, in buona sostanza.
Il Death Valley National Park è uno dei luoghi più inospitali del mondo con suoi picchi da 50 gradi e oltre e un tasso d umidità prossimo allo zero. Dopo una decina di minuti ci si ritrova completamente fradici di sudore e con la testa in ebollizione, ammesso di averla in dotazione, ma lo spettacolo che ci trova davanti val la pena di un po' di disidratazione o di un principio d'insolazione: la vista dallo Zabriskie Point, da Dante's View  o camminando sul lago salato di Badwater, 85 metri sotto il livello del mare, sono impagabili e pazienza se non tutti sono in grado di tornare indietro...d'altronde è la Valle della Morte.
Questo luogo arido e ardente pare un paesaggio extraterrestre e in effetti se ci trattiene oltre al dovuto è probabile che i marziani li si riesca a vedere davvero.




































In giro nella Valle, tra la California e il Nevada: il deserto, i coyote, il caldo, Furnace Creek...
















4 commenti:

  1. gran bel viaggio il tuo. è anche il mio

    RispondiElimina
  2. Eh si...In ogni angolo, in ogni strada, in una panchina o in un locale si "rivedevano" le tue storie e si sentiva la "tua" musica, carissimo Bart

    RispondiElimina
  3. se mi volevi fare commuovere ,ci sei riuscito. ciao bro

    RispondiElimina
  4. L'intenzione non era quella, volevo solo ringraziarti...Ciao bro'

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...