Lasciate ogni speranza o voi che entrate

Bochesmalas

giovedì 11 dicembre 2014

Lost Tribe - Solace


Dopo l'eccellente album omonimo del 2011, pubblicato dalla Blind Prophet, per i Lost Tribe è giunto il fatidico momento del secondo disco.
"Solace" è rilasciato dall'ottima etichetta italiana Avant! records e contiene 8 tracce (due brevi strumentali senza titolo e sei canzoni vere e proprie).
La band di Richmond, Virginia, è da sempre invischiata nel circuito anarco-punk dell'underground statunitense, soprattutto con quella larga fetta della scena che predilige le tinte fosche e ha come ascendente il Death Rock primigenio made in USA (dai primi Christian Death di Rozz Williams in su) e la dark wave e il post punk inglese.
Nell'alchimia sonora dei Lost Tribe rientrano anche altri elementi quali il gusto tribale delle potenti percussioni e un basso roboante e possente in parte mutuati dalla vecchia scena Batcave e dai Killing Joke dei primi fantastici album. Le tracce crust e le schitarrate punk old school (sempre virate al nero), come anche i tappeti di spettrali synth e qualche cenno garage punk aggiungono spezie prelibate al piatto saporito offerto dai 6 americani. Perché bisogna dire che i Lost Tribe riescono a trovare una via propria nel fitto sottobosco di questi suoni e, pur non inventando niente di assolutamente nuovo, possiedono una forte personalità e riescono a miscelare le influenze e le scorie della vecchia scuola con un approccio moderno e attuale.
Le scariche di adrenalina non mancano (vedi i chitarroni della Pioggia di Mezzanotte) e il divertimento è assicurato in tutta la scaletta, anche se è preferibile posarlo sul piatto a notte fonda, con poche luci (meglio se di candela) e un bel bicchierino di assenzio in mano. I rintocchi di synth che aprono "Disease" aggiungono tutto quello che serve per creare l'atmosfera giusta.

In ogni caso il nuovo disco dalla copertina pallida è il degno successore del primogenito nero e, come quello, anche questo rischia di soggiornare a lungo sopra una moltitudine di giradischi in perenne rotazione. Peccato solo che finisca un po' troppo in fretta: qualche brano in più non mi sarebbe dispiaciuto affatto.

Se non potete fare a meno di dare un ascolto quotidiano a "Only Theatre of Pain," a "Sleep in Safety" dei 45 Grave o alla prima parte della discografia dei True Sounds of Liberty (da "Dance With Me" a "Change Today?") il dark punk dei Lost Tribe potrebbe ammaliarvi come pochi altri suoni udibili nel 2014.
Qualora non si fosse capito da questa recensione delirante questo "Solace" è un gran bel disco.


Tracklist:

01.Disease
02.Rise or Fall
03.Century
04.Untitled
05.Untitled
06.Midnight Rain
07.Conquer
08.Dungeon of Stone

Avant! Records - 2014














Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...