Lasciate ogni speranza o voi che entrate

Bochesmalas

mercoledì 29 ottobre 2014

Hieronymus Bosch - Il giardino delle delizie


http://it.wikipedia.org/wiki/Hieronymus_Bosch

Il Trittico del Giardino delle Delizie di Hieronymus Bosch, olio su tavola (databile 1480-1490 ca. o 1500-1505 ca. secondo altre fonti).

Questo capolavoro senza tempo si può ammirare tra le altre splendide opere custodite al Museo Nacional del Prado di Madrid (https://www.museodelprado.es). È composto da tre pannelli: il paradiso, a sinistra, l'inferno (o inferno musicale) a destra e la tavola centrale che raffigura il giardino delle delizie e dei piaceri terreni. 

In questo fantastico giardino si sono sollazzati decine di artisti, pittori, musicisti e scrittori. Qualcuno (una studentessa e blogger americana di nome Amelia) ha provato anche a suonare la musica dello spartito disegnato sulle chiappe di una delle figure dell'inferno. Bosch è una fonte d'ispirazione infinita nella quale in molti si sono dissetati in passato e nel presente e dalla quale, sicuramente, raccoglieranno spunti creativi anche nel futuro.

In ogni caso non è questo il posto adatto per inoltrarsi in disquisizioni critiche; d'altronde "Siam mica qui a rubare il lavoro a Vittorio Sgarbi." Spazio al Maestro Bosch e alle sue incredibili creature, dunque...

 The Garden of Earthly Delights

























































2 commenti:

  1. che le immagini!... il migliore di tutti. Saluti antblog :)

    RispondiElimina
  2. Sono d'accordo...Bosch è il migliore tra tutti e quest'opera è IL DiPINTO, la più grande ispirazione per questo blog...
    Grazie amico,
    Un caro saluto

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...