Lasciate ogni speranza o voi che entrate

Bochesmalas

lunedì 7 aprile 2014

Punk in Pakistan: Multinational Corporations - Kafir-E-Azam - Bvlghvm - Foreskin





Tracklist:

01.Fuck Your Patriotism
02.Jamat-al-Maut
03.Stratum Slave
04.Advertisement Overdose
05.L.P.C.
06.White Collar Communism
07.Salaab
08.Penniless Pride

Autoproduzione - 2014

Formazione:

Sheraz Ahmed - chitarra, basso, batteria, produzione e mixing
Hassan Humer - voce e liriche

Masterizzato da Joe Fisher

Artwork: Aneeq Zaman







I Multinational Corporations (MxCx in breve) sono un incredibile duo proveniente da Lahore in Pakistan. E già questo rappresenta una piacevole sorpresa, ma se prendete in considerazione la musica proposta dai MxCx la sorpresa è ancora più clamorosa: Hassan e Sheraz infatti suonano un violentissimo crust-grindcore-hardcore di eccellente qualità.
"Jamat-al-Maut" è composto da 8 brani al fulmicotone, velocissimi e inebrianti, con liriche abrasive e politicamente impegnate come il genere richiede. Il che non costituirebbe un problema nel mondo occidentale, ma immagino che in Pakistan sia decisamente più problematico mettere in piedi una band del genere.
La scaletta è impeccabile grazie a ottimi pezzi come l'irresistibile punk-metal di "L.P.C.", la spettacolare "Salaab" che combina elementi d-beat, metal e grind, la splendida "Penniless Pride," oscura, malsana e cadenzata (arriva a superare i 3 minuti di durata) o la ferocissima title track.
Questo EP è il secondo lavoro dei Multinational Corporations dopo la demo "Equality" pubblicata nel 2011.
Micidiale...

I componenti dei MxCx fanno parte anche di un'altra band, i Foreskin, con all'attivo uno split con i Maowali, questi ultimi provenienti dal Nepal. 
Sotto le vesti dei Foreskin la musica cambia in HC Thrash Crossover.




Indagando in giro per la rete mi sono reso conto che la scena pakistana non è così piccola e insignificante come si potrebbe credere, anzi sono diverse la band dedite a musica estrema di qualità. Devo dire che sino a qualche giorno fa ne ignoravo completamente l'esistenza; non ho nessuna attenuante, ma ora cercherò di rimediare. In origine questo piccolo post esotico doveva riguardare solo la recensione dell'ep dei Multinational Corporations ma, dato che ci siamo, ho deciso di aggiungere qualche altro disco.
Sono da citare, ascoltare e scaricare senza indugi i Kafir-E-Azam e i Bvlghvm autori di un interessantissimo split, anch'esso pubblicato in questi primi mesi del 2014:





Tracklist:

Kafir-E-Azam
01.The Mathematics of Oppression
02.Conspiracy Fetishism
03.Allah's Will and its Implications for Quantum Mechanics by the KESC
04.Begunah
05.Fuck Off Taqwacore
06.Singular
07.Justice Upheld Up the Anus
08.Shahadat Aur Zalalat
09.Toilet Bowl Politics

Bvlghvm
10.Taaruf
11.Idar Thau Ao, Bataun
12.Maaro Bhenchod
13.Woh Raha Khadda
14.Laanti Qirdar

autoproduzione - 2014

I Kafir-E-Azam suonano un ottimo grindcore, velocissimo e senza compromessi. Otto brani dalla durata di pochi secondi, eccetto "Toilet Bowl Politics" che raggiunge il minuto e mezzo di durata.
I Bvlghvm presentano 5 tracce di altrettanto veloce e corrosivo grindcore-powerviolence con buoni spunti, originali e avvincenti.






Come si evince da qualche canzone, e dai loro post su Facebook, queste band sono assolutamente contro il cosiddetto "Taqwacore," ovvero il punk islamico, e questo piccolo-grande particolare non fa che renderle ancora più interessanti...molto più interessanti.






Nel sito dell'etichetta Tian An Men 1989 Records si può acquistare musica punk-hc del cosiddetto "terzo mondo" (Pakistan, India, Marocco, Algeria, Iran, Nepal, Uzbekistan etc...). La compilation su 7 pollici "Never Mind The Taqwacores Here's the Real Deal" raccoglie alcune band pakistane. Oltre ai Multinational Corporations,  Foreskin,  Bvlghvm e Kafir-E-Azam sono presenti brani di altre band quali Cornhole, Choots, Glorified Whore Mongers e Marg.


Il distributore per l'Europa:




6 commenti:

  1. Bellissimo!
    Non mi stupisco troppo... in luoghi come il Pakistan il rock - come rivolta, come opposizione - ha ancora un senso.
    Grazie!

    RispondiElimina
  2. Grazie a te, Evil.
    Hai assolutamente ragione, ma mi chiedo come facciano a sopravvivere...

    RispondiElimina
  3. Extreme conditions demand extreme responses. Credo non ci sia altro da aggiungere.

    RispondiElimina
  4. Vero, ma non sempre arrivano...In questo caso si.

    RispondiElimina
  5. Hey Ant thanks for this. I'm the vocalist of MxCx, Foreskin and Kafir-E-Azam. Thanks for this wonderful article, I read it by Google Translate haha

    RispondiElimina
  6. Hi Hassan, thanks to you and congratulations for your great music!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...