Lasciate ogni speranza o voi che entrate

Bochesmalas

sabato 30 luglio 2011

Hank Ray: il death country e le anime arrosto

In quel di Berlino Hank Ray ha inventato il death country;  ha unito una buona dose di alternative country delle periferie americane, un po' di Johnny Cash, qualche riferimento al rock di Bowie, Iggy Pop e Lou Reed, una spruzzata di garage e, con l'aiuto del diavolo, ha tinto tutto di un nero piceo.
La miscela ottenuta è un dark country gotico e spettrale, con la sua voce greve in primo piano e tante grandi canzoni senza tempo.



I suoi album:



1.Countrycide del 2000




2.Mainstream death country del 2003




3.Ballads from the badlands of hearts del 2005




4.Barbeque of souls del 2006


Barbeque of souls - Devil's ruin records

1. Endless Plains of Delirious Lands
2. Damn River Risin’
3. The Sounds of Ghosts A-Crying
4. Bar-B-Q of Souls
5. Moonlight Mile
6. Broken Angel
7. Saturday Satan
8. Trail of Dark Desires
9. Bleeding (All Over You)
10. Blue Highway
11. Cold Death Angels Embrace







Prima di dedicarsi alla carriera solista Mr.Ray faceva parte dei Raymen, psycho garage-punk con i quali ha inciso 13 dischi (rarissimi da trovare)...








A proposito di death country...

Almeno altre due band sono da ascoltare per entrare dentro il mondo malsano e lugubre del death country e assaggiare qualche variante sul tema:

Those Poor Bastards

Sons of Perdition







http://www.hankray.net/

http://www.devilsruinrecords.com/wordpress/artistsandreleases/hank-ray/barbequeofsouls

http://itunes.apple.com/it/album/barbeque-of-souls/id306947225

http://rapidshare.com/files/175282284/Hank_Ray_-_Barbeque_of_Souls__2008_.rar


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...